Ed eccoci di nuovo a recensire un prodotto della Peak Design, in questo caso parliamo del Cuff modello 2017 quindi la versione aggiornata.

Come sempre sotto questo articolo metterò alcune foto della custodia e dello stesso cinturino da polso in modo che possiate vedere ciò di cui parleremo a breve.

Alcuni fotografi, già lo so, storceranno il naso per questo mio acquisto, ma vi posso assicurare che parliamo di un prodotto che vale ogni centesimo.

Perchè quindi comprare un cinturino da polso se principalmente usiamo la tracolla? La risposta che è abbastanza semplice racchiude in se diverse spiegazioni invece.

Al primo punto metto sempre la qualità quando compro qualcosa per il mio corredo fotografico, soprattutto quando devo affidare le sorti della mia macchina fotografica. Mi son trovato in molte occasioni a dover tenere la macchina in mano senza poter far affidamento alla tracolla e puntualmente ho rischiato che mi scivolasse con i conseguenti danni che potete immaginare. Soprattutto in situazioni particolari o ancora peggio sotto la pioggia il rischio che la macchina vada per terra è davvero elevato, quindi gioco forza ho dovuto scegliere la migliore soluzione per ovviare a questo problema.

Conosco bene i prodotti della Peak Design (ribadisco che nessuno mi paga per queste recensioni) e vi posso assicurare che questo Cuff è davvero fatto bene.

La custodia è come per gli altri prodotti con una chiusura magnetica che nasconde al suo interno il cinturino in bella mostra. Appena aperto si capisce subito di che prodotto ci troviamo davanti. Ogni particolare è ben studiato. Il cinturino, a riposo, misura circa 20 cm e si avvale del sistema di aggancio/sgancio rapido brevettato dalla casa americana, che perfettamente si interfaccia con i ganci già montati negli occhielli della fotocamera. All’interno del pacchetto, troviamo una borsettina di colore grigio in cui all’interno vi è un altro aggancio e l’adesivo della casa.

La prima cosa però che si nota è la comodità del Cuff. Il sistema è il classico a chiusura a tiraggio che piano si stringe al polso ed evita alla macchina di cadere in caso scivoli di mano. I materiali utilizzati sono davvero ottimi, ma in questo la Peak Design ci ha abituato da tempo. Il materiale utilizzato è quello già collaudato nelle tracolle della stessa casa, per intenderci assomiglia a quello delle cinture di sicurezza quindi potete ben capire la resistenza che garantisce.Il cinturino è ricoperto in una sua parte da un tessuto simil velluto a cui all’interno vi è una calamita, che si può spostare semplicemente e serve a tenere a risposo sul polso il cinturino sganciato dalla macchina. Il sistema è davvero funzionale. Nel momento in cui vi sto scrivendo lo tengo al polso e vi assicuro che è quasi non averlo.

Come sempre per il mio modello ho scelto il colore nero, ma esiste anche una versione grigia con l’inserto velluto color pelle, davvero bella anche quella!

Cercando in giro il prezzo ho visto che si aggira intorno ai 32 euro, io l’ho comprato dal mio negoziante di fiducia a circa 6 euro in meno, che dire non sempre online ci sono le migliori offerte.

Mi rimane da dirvi come si comporta invece nell’utilizzo giornaliero. Bene oggi l’ho avuto un giorno attaccato in macchina giusto per poter capire pregi e difetti e poterveli segnalare in tempo. Nell’utilizzo della macchina questo cinturino non influisce minimamente: ha la giusta lunghezza per permettervi di agganciare saldamente la macchina in mano e comunque a giostrarvi nei comandi ma soprattutto è davvero inesistente quando si deve portare all’occhio il mirino, se adoperata bene vi scorderete che avete  un mezzo che in caso di bisogno salverà la vostra fidata compagna da un rovinoso capitombolo a terra.

Esame passato anche per questo nuovo Cuff!

Commenti recenti

Archivi

Follower

Link Amici

Odesfotografiche di Maurizio Peis

L’anima dei Luoghi di Paola Tornambe’

Scorre il Tempo di Paola Tornambe’

Fotoluce Negozio di prodotti fotografici