Salve a tutti, oggi vi voglio presentare lo “Studio Lighting Kits” della Craphy. Procediamo con ordine.

Mi sono trovato nella situazione di aver bisogno di un kit fotografico per scatti di ritratti. Non avendone nessuno a disposizione, nel corso del tempo passato mi sono arrangiato con lampade occasionali, fonti di luce naturale e sfondi artigianali. Come molti di voi suppongo, allora, come primo passo mi sono mosso su internet per scovarne qualcuno che non avesse un costo elevato che fosse, visto che parliamo di kit, completo e adatto alle mie esigenze e soprattutto che avesse dei buoni feedback. Consiglio vivamente di leggerle sempre prima di fare l’acquisto. Possono essere molto utili e si evitano sorprese che potrebbero compromettere il vostro umore e il vostro lavoro.

La ricerca, proseguita su Amazon, mi presentava una molteplice scelta tra vari kit di diverse case produttrici, vi ricordo che siamo nell’ordine dell’amatoriale e non professionale per cui occorre un investimento diverso. Uno tra i tanti che hanno attirato la mia attenzione, per il rapporto qualità prezzo e per le recensioni positive ricevute, è stato il kit “Studio Lighting” della Craphy.

Alla consegna l’imballaggio robusto ne tutela l’integrità, arrivando dalla Cina, in effetti, qualche urto è probabile che lo abbia subito. Apro la scatola e il tutto è contenuto in una grande sacca, dove tutto è disposto ordinatamente e separatamente. Il telaio è separato da tutto il resto e volendo si può facilmente trasportare da qualsiasi parte. Messi assieme i pezzi, la sua struttura leggera è facile da assemblare. Può permettere l’installazione sia degli sfondi in dotazione (2×3 metri) sia di altri con misure maggiori (6×3 metri).

I teli di tre colori differenti, nero, verde e bianco sono piegati e avvolti nelle rispettive confezioni e misurano 2×3 metri. Il tessuto di cotone è buono ma, prima di utilizzarli consiglio di stirarli con il ferro non troppo caldo per eliminare le pieghe. Nel set non sono previste mollette e tiranti. Se non le avete già disponibili in casa, non sarebbe male acquistarle se ne trovano di vari tipi a costi contenuti , aiutano a tenere disteso il fondale e non costano tanto.

I due softbox (50×70 cm) sono corredati di tendina staccabile e portalampada tipo E27. La testa viene alloggiata nei rispettivi cavalletti che a seconda della posizione che si vuole dare, sarebbe meglio zavorrare con dei sacchetti pieni di sabbia per evitare che cadano ma, adempiono al loro compito senza grossi patemi. Lo stesso discorso vale per il telaio che regge gli sfondi. Complessivamente risulta discreta la luce emanata a 1,5\2 metri dal soggetto fotografato. Possono essere ripiegate ad ombrello se dovessero essere spostate in un’altra location. Le due lampade in dotazione sono da 5500Kx125 watt come si può vedere nella foto.

 

Tutto può essere montato e trasportato molto facilmente, l’unico neo se posso definirlo cosi, è stato il malfunzionamento di una lampada. Dopo varie prove non accennava ad accendersi. Dopo aver contattato il fornitore spiegando il problema si è reso disponibilissimo a farmi avere una seconda lampada senza nessun problema e costi aggiuntivi.

 

Consiglio l’acquisto? La risposta è si, ripeto ognuno in base alle sue esigenze può scegliere il prodotto che soddisfa maggiormente le proprie aspettative. In ogni caso il set “Studio Lighting Kit” della Craphy può essere acquistato da amatori ma anche da professionisti che avessero necessità di un supporto extra per il proprio lavoro.

Ringraziandovi per aver avuto la pazienza di arrivare fino in fondo, vi ricordo l’importanza della condivisione e dei nostri articoli, più si condivide, più riusciamo a divulgare la nostra passione per l’ambiente straordinario che è la fotografia.

Se avete suggerimenti o domande da fare il blog è a vostra disposizione.

Saluti e buona luce a tutti.
Maurizio Peis

www.odesfotografiche.wixsite.com/photo