Ebbene si, da amante dei prodotti della Peak Design mi ritrovo ad aver comprato il nuovo Capture Camera Clip versione 3, colorazione nera e voglio condividere con voi le mie sensazioni su questo splendido prodotto, tanto semplice da cambiare radicalmente il modo di come portare la nostra macchina fotografica al seguito.  Ovviamente non ho potuto testarlo molto sul campo, visto che l’ho acquistato da meno di una settimana, ma da quel poco che ho potuto notare, parliamo di uno degli accessori più utili prodotti dalla casa americana. Di seguito le mie impressioni.

DESIGN voto 10/10

Il design del nuovo Capture Camera Clip è accattivante nelle sue due colorazione black e silver. La nuova versione prodotta è ben il 20% più leggero e il 20% più sottile del suo predecessore, completamente in alluminio e con inserti in gomma alla base al fine di assicurare il miglior fissaggio quando decidiamo dove agganciarla. Naturalmente parliamo di un prodotto top quindi non ci son pericoli che la fotocamera possa sganciarsi accidentalmente dal suo alloggiamento anche con reflex importanti e tele obiettivi non proprio leggeri. All’interno della confezione troviamo il ricambio delle viti da stringere in caso decidessimo di agganciarlo ad uno spallaccio di uno zaino e in questo caso le viti sono più lunghe e con serraggio di una vite a brugola per avere maggiore resistenza. Spicca al centro il logo dell’azienda che ormai conosciamo che sulla versione nera è bianco mentre su quella silver è nero. In alto abbiamo il pulsante di sgancio della piastra che è impossibile premere accidentalmente e in caso di maggiore sicurezza lo stesso si può ruotare bloccandolo definitivamente e senza possibilità di sgancio. Materiali premium, niente da eccepire.

PIASTRA DI SGANCIO RAPIDA voto 8/10

Piastra completamente in alluminio con base in gomma per non rovinare il fondo della fotocamera, è retrocompatibile con le piastre prodotte della Peak Design tranne che con il primo modello la dual plate v1, quindi per chi già possiede le piastre di sgancio rapido della casa produttrice può optare per l’acquisto del solo Capture. Ovviamente io ho dovuto prendere la versione con piastra visto che ne ero sprovvisto. La nuova piastra a sgancio rapido è compatibile con il sistema Arca Swiss ed è  sorprendentemente sottile. Purtroppo per utilizzarla con treppiedi Manfrotto bisogna acquistare la piastra duale plate v2, che non costa nemmeno poco per quello che poi deve fare. Il sistema del Capture Clip v3 è assicurato dalla casa produttrice per sostenere fino a 90 kg, che dire potete attaccargli ciò che volete e non correte nessun rischio. Il modo in cui è progettato il Captur è davvero per pensato e sembra essere concepito in maniera ideale in modo da non sottoporre a stress eccessivo la piastra che quindi non potrà in nessun modo rompersi.Una cosa che sarebbe da rivedere nella piastra di sgancio rapido è che la stessa deve essere fissata al corpo macchina tramite una chiave a brugola e che quindi bisogna portare al seguito quest’ultima soprattutto se si usa su una fotocamera come la Fujifilm XT1 perchè viene bloccato il vano batteria e per sostituirla bisogna ogni volta smontare la piastra. Personalmente utilizzo, una XT2 e teoricamente il problema non dovrebbe esserci, ma lo stesso ho avviato poichè utilizzando un hand grip della Meike ho il fissaggio spostato di qualche centimetro e quindi non ho notato il problema. La piastra è compatibile con gli Anchor per collegarci la tracolla della stessa casa produttrice.

PREZZO voto 7/10

Il prezzo per Capture Camera Clip v3 è di circa 70,00 euro se comprato su Amazon, ma come sempre io vi consiglio di farvi un giro presso i vostri negozi di fiducia e magari trovate qualche offerta. Personalmente l’ho comprato come sempre dagli amici di FOTOLUCE qui a Catania ed era in offerta che non potevo farmi scappare. Ritengo comunque che il prezzo sia ragionevole considerando il design ben progettato ed essendo un sistema completo e davvero sicuro, tanto da risultare un oggetto irrinunciabile nelle uscite fotografiche. Considerate infine che per molti potrebbe sostituire cinturini da polso o tracolle e quindi a conti fatti davvero da avere.

CONCLUSIONI voto 8/10

Che dire, come sempre la Peak Design è riuscita a migliorare un prodotto già di per se ben studiato e progettato. Molto più leggero e piccolo si accompagna ad un design che rispecchia la filosofia della società. I materiali utilizzati sono ottimi e resistenti, da quel senso di solidità che un oggetto del genere deve avere visto che deve reggere le nostre preziose macchine fotografiche e obiettivi. Il prezzo è in relazione a quello che acquistate. Io forse anche se di parte ritengo che sia meglio investire in strumenti che durino nel tempo e ben studiati, invece di risparmiare cercando soluzioni che poi rimpiangiamo di aver acquistato. Quindi in definitiva consiglio il Capture Camera Clip, soprattutto in questa ultima versione garantendovi che una volta provato difficilmente ne potrete più fare a meno. Insomma un must have per ogni fotografo amatoriale o professionista. Ovviamente non dovete scordare che lasciando la macchina fotografica appesa alla cintura oppure allo spallaccio dello zaino, la stessa rimane esposta a possibili urti involontari, quindi dovete fare un pò di attenzione, ma il rimanere con le mani libere sarà un’esperienza nuova: per non parlare del cambio di lente che si può effettuare in estrema sicurezza e in un batter di ciglio. 

Commenti recenti

Archivi

Link Amici

Odesfotografiche di Maurizio Peis

L’anima dei Luoghi di Paola Tornambe’

Scorre il Tempo di Paola Tornambe’