Lo Spazio Lab291 di Cagliari, ospita in questi giorni le personali fotografiche degli allievi del centro di formazione fotografica “La Bottega della Luce” diretta da Alessandro Galimberti.

La prima in ordine di tempo è dedicata alle opere di Alessandra Scoppetta. Alessandra nasce a Cagliari 26 anni fa diplomata al liceo classico. Prosegue gli studi in economia che lascia qualche anno più tardi per abbracciare la facoltà di psicologia, la passione fotografica cresce sin da piccola dentro di lei, ma è con la scuola di Galimberti che trova il modo di esprimere il suo linguaggio. Ho avuto modo di parlare brevemente già in passato di lei, osservando le sue opere nella mostra collettiva del Luglio scorso all’ExArt di Cagliari (qui trovate l’articolo di riferimento) dove rendeva concrete le visioni dei suoi sogni.

Con la sua prima personale mette a nudo non solo il suo corpo ma anche nuovamente la sua anima. Un anima che guarda e osserva il mondo attraverso quel velo che dovrebbe tenerla forse distaccata dalle brutture materiali e morali odierne. Che dovrebbe quindi proteggerla da tanta superficialità, ma che trova il modo di esprimersi urlando il suo modo di essere attraverso la fotografia.

Scrive con le immagini Alessandra, ispirata anche dalla sua passione per l’arte (Caravaggio) e la letteratura (Pirandello; Neruda). Scrive di come sente chi le sta attorno, di come sente la realtà che la circonda, una realtà scura rappresentata dal nero intenso nei suoi scatti contrastato dalla sua presenza che riempie quel vuoto buio e urla chiaramente, a chi riesce a udire che le cose semplici sono l’unica via per trovare o ritrovare, la purezza dell’anima.

Quasi a cercare una dimensione concreta del suo modo di essere, la percezione che lei stessa ha della sua persona-anima non è definita, presenta in questa prima personale 20 immagini in formato 20×30 in stampe di alta qualità che non fanno altro che rafforzare l’ottima qualità del suo lavoro.

Sicuramente sentiremo parlare ancora di lei, a noi non resta che aspettare.

Nel momento in cui scrivo la mostra è ancora visitabile, quindi se vi va di fare una passeggiata a Cagliari fateci un salto ad osservare e ascoltare con il vostro spirito le sue creazioni, saranno presenti allo SpazioLab291in via Garibaldi 114 fino al 07 Febbraio 2019.

Nella speranza di avervi fatto conoscere un po il suo mondo vi invito a condividere la nostra passione.

Buona luce a tutti.
Maurizio Peis

https://odesfotografiche.wixsite.com/photo

Instagram account: @maurypeis2

 

Follows

Commenti recenti

Archivi

Follower

Follows

Link Amici

Odesfotografiche di Maurizio Peis

L’anima dei Luoghi di Paola Tornambe’

Scorre il Tempo di Paola Tornambe’